Cerca
  • Maurizio Scrimali

AGGIORNAMENTI DAL C.O.C. DI ALPIGNANO


Si stanno approntando nuove risposte operative alle esigenze che emergono.


Ne sono un esempio concreto la segnalazione di assembramenti ai mercati e alle scuole o le richieste di aiuto da persone che non possono uscire per fare la spesa o comprare farmaci.


Oltre a situazioni di bisogno già note ai servizi sociali, emergono i cosiddetti “Nuovi poveri”, ovvero famiglie che con il lockdown hanno subito decurtazioni del loro già basso reddito. Queste richieste, gestite autonomamente dalle tante associazioni che si prodigano sul territorio, vengono sempre verificate per evitare abusi, invitando le persone a coinvolgere nell’aiuto prima di tutto i familiari e i vicini solidali, per limitare il coinvolgimento delle associazioni di volontariato ai casi veramente problematici.


Importantissimo è il ruolo del volontariato che per la prima volta viene coinvolto in modo strutturato in un contesto emergenziale.


Alpignano ha tante associazioni ma a fronte dell'emergenza emerge ancora di più la loro grande disponibilità e ricchezza umana.


Organizzazione del volontariato vuol dire collaborazione, turni, coperture assicurative, regole di ingaggio, evitare personalismi, formazione da parte di chi ha competenze: commettere errori è facile e la buona fede non basta, perché i rischi sono grandi sia in termini amministrativi che soprattutto umani e ci si deve attenere alle indicazioni del Servizio della Protezione Civile di cui il COC è parte. Questa bellissima esperienza procede come è iniziata, consolidando le ricadute positive che già si vedono sulla vita quotidiana di Alpignano!




26 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

SONDAGGIO ESPLORATIVO SULLA MOBILITA' INTERNA

🚗🚲🛵 🚌👩‍🦯🛴 Gentile alpignanese, l'Amministrazione Comunale ha inserito, all'interno delle proprie linee programmatiche, un sistema di collegamento tra i quartieri più efficiente e attento al